giovedì 21 aprile 2011

L'ultimo lupo mannaro


Il libro della settimana

Sei quello che non vorresti essere ed è pura gioia. Avrebbe dovuto gridare. Secondo tutti i canoni della narrativa avrebbe dovuto gridare. Ma la gente non fa mai quello che i libri dicono che la gente fa. Invece che gridare aprì la bocca ed emise un piccolo suono, come un singhiozzo, che racchiudeva uno shock e un disgusto sconfinati. [...] Appoggiai una zampa sulle lenzuola e le gettai via.


Jacob Marlowe è l'ultimo lupo mannaro. L'ultimo della sua specie, praticamente una maledizione nella Maledizione. Mezzo mondo gli dà la caccia. Tra chi vuole vantarsi della sua uccisione, chi preservarne la razza e chi studiarlo come una cavia da laboratorio, l'unico a non sapere cosa desiderare è proprio lui, sfiancato da due secoli di lussuria e assassinii e tormentato da un tragico passato.
Quando rimani l'ultimo e sei praticamente circondato puoi solo decidere "come" finire.
Quasi sempre, almeno.

Non un romanzo horror, ma qualcosa di altro in cui azione, poesia e humour si fondono magnificamente. Da leggere prima della prossima luna piena.

L'ultimo lupo mannaro di Glen Duncan (traduzione di Tomaso Bianciardi - Isbn edizioni, euro 16,90)

2 commenti:

A. Benf. ha detto...

Seguitelo anche su Facebook!
https://www.facebook.com/#!/pages/Lultimo-lupo-mannaro/149900708406019

la libreria di via Volta ha detto...

fatto!