mercoledì 31 agosto 2016

Un Settembre ricco di sorprese in libreria

Un Settembre ricco di sorprese in libreria


sabato 3 settembre ore 10.30 presso  ERBEDALTRO - p.zza V. Veneto
GIGIN ZUCCHINA E ALTRE STORIE 
letture animate per bambini a cura della libreria di via Volta
Nel corso della giornata molti altri appuntamenti in occasione dell'inaugurazione del nuovo negozio
ingresso libero

giovedì 15 settembre ore 19.30 
HAIKOODLE di Martina Dirce Carcano e Simone Savogin
Ascolteremo brani e haiku su guerra, amore, libri, animali e tanto altro, perdendoci nelle illustrazioni che Martina disegnerà dal vivo per noi. Un'esperienza singolare e originale 
ingresso libero

venerdì 16 settembre ore 21
APPUNTI DI STORIA
a cura del professor Renato Salvalaggio
Il conflitto israelo-palestinese
ingresso libero

sabato 17 settembre ore 17.30 presso Erbedaltro - piazza Vittorio Veneto
APPUNTI IN CUCINA
Cosa garantisce la certificazione bio?
a cura di Giorgio Calcavecchia, responsabile qualità EcorNaturaSì
ingresso libero

martedì 20 settembre ore 19.00
READING promosso dai librai indipendenti di tutta Italia
da "Il mandarino Meraviglioso" - Keller edizioni
di Asli Erdogan, la scrittrice turca arrestata qualche settimana fa dal regime del suo paese
ingresso libero

mercoledì 21 settembre dalle 14 alle 16 
CORSO DI MAGLIA E UNCINETTO
per principianti ed esperti
Il corso si articola in pacchetti di cinque incontri settimanali.
Per informazioni rivolgersi in libreria

venerdì 23 settembre dalle ore 22
HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL'EREDE
in occasione dell'uscita dell'ottavo libro
grande festa con letture, quiz e sorprese in attesa della mezzanotte.
Sono aperte le prenotazioni!
in collaborazione con Il giardino delle ore e la Pasticceria Sartori
ingresso libero

24 settembre ore 18.45
APPUNTI IN CAMMINO
presentazione del libro
VIANDANZA - Il cammino come educazione sentimentale - edizioni Laterza
Saranno nostri ospiti l'autore Luigi Nacci e Luiz Melo Sousa
ingresso libero

Vi aspettiamo!
Anna e Katia

venerdì 12 agosto 2016

agosto in libreria




vi scriviamo per augurarvi buone vacanze e per ricordarvi che stiamo già programmando corsi, incontri e attività per il prossimo autunno.
A settembre vi aspettiamo con un programma di appuntamenti imperdibili.
Si spazierà dall'alimentazione biologica all'arte del camminare, dalla poesia illustrata al mondo magico di Harry Potter.
La prossima settimana, da martedì 16 a sabato 20 agosto saremo in vacanza anche noi. 
Martedì 23 riprenderemo l'attività regolare e saremo a disposizione per consigli, ordini e prenotazioni di testi scolastici.

Per chi è in zona segnaliamo gli incontri del Festival letterario Zelbio Cult
sabato 13 agosto, Marianna De Micheli
DA CENTOVETRINE A CENTOBOLINE Nutrimenti
sabato 20 agosto, Salvatore Striano
LA TEMPESTA DI SASA' Chiarelettere
sabato 27 agosto, Marco Balzano
L'ULTIMO ARRIVATO Sellerio

venerdì 5 agosto 2016

Libri di testo 2016/2017


PORTATECI LA VOSTRA LISTA
Penseremo noi a ordinare i vostri libri di testo per l'anno scolastico che sta per iniziare!
Ordiniamo libri per le scuole elementari, medie, superiori e università!

Buona estate!!!

mercoledì 20 luglio 2016

Consigli d'estate


Il 31 Luglio uscirà Harry Potter and the Cursed Child in inglese.
Prenotate la vostra copia in lingua originale in attesa del 24 settembre, grande giorno dell'uscita dell'edizione italiana! 


I consigli dell'estate

Grande come l'universo di Jon Kalmann Stefansson - Iperborea
Il nostro autore del cuore conclude la magnifica saga islandese iniziata con "I pesci non hanno gambe".
Crepuscolo di Kent Haruf - NNeditore
Le vite degli abitanti di Holt si intrecciano le une alle altre in una prosa elegante e essenziale.
Nessuno scompare davvero di Caherine Lacey - SUR
Una giovane donna trova il coraggio di mollare tutto e partire.
Giorni selvaggi di William Finnegan - 66th2nd
Tempo di mare, onde e...surf. Premio Pulitzer 2016.
Isole minori di Lorenza Pieri - E/O
Il Giglio al centro di una storia familiare intensa e luminosa.
L'annata memorabile del Beaujolais di Gabriel Chevallier -E/O
Le vicende di una graziosa località francese scandite dai tempi della vendemmia.
Una storia quasi solo d'amore di Paolo di Paolo - Feltrinelli
Un sentimento forte per lanciarsi nella vita con occhi diversi.
La vedova di Fiona Barton - Einaudi
Il thriller da portare con voi sotto l'ombrellone.
La sostanza del male di Luca D' Andrea - Einaudi
Un delitto irrisolto in un'oscura gola del Trentino.

Annie Ernaux è l'autrice dell'anno, i suoi libri si distinguono per il talento narrativo e la scrittura magistrale.
Gli anniIl posto e L'altra figlia - L'Orma Editore.



 23 luglio alle ore 21 saremo al Festival di letteratura Zelbio Cult
James Bradburne il nuovo direttore della Pinacoteca e della Biblioteca Braidense illustrerà "Le sette meraviglie di Brera".

Orario estivo da martedì al sabato 9.30 12.30 / 16.30 19.30
Chiusura agosto da martedì 16 a sabato 20 agosto compresi 


Buona estate a tutti!
Anna e Katia

martedì 28 giugno 2016

Incontri per strada



è arrivata l'estate...vi proponiamo tre incontri all'aperto in occasione dei mercoledì Erbesi!


martedì 31 maggio 2016

Appunti da Tokyo sabato 18 giugno





Una giornata intera di festa dedicata al Giappone in occasione dell'appuntamento annuale di Letti di notte - la notte bianca del libro e dei lettori - che vedrà le librerie trasformarsi nelle capitali del mondo.

Alla libreria di via Volta festeggeremo l'inizio dell'estate con attività, laboratori, sapori, pensieri e letture in un viaggio ideale che ci porterà fino a Tokyo.
Leggete il programma e affrettatevi a prenotare i laboratori che più vi incuriosiscono!




martedì 17 maggio 2016

Appunti in cucina alla scoperta dell'olio


Domenica 22 maggio 2016 alle 18.00
presso la pasticceria Sartori, via Volta 14, Erba
tredicesimo incontro del ciclo Appunti in cucina - arte, cultura prodotto, organizzato dal negozio di prodotti biologici e naturali Erbedaltro, la Libreria di via Volta e la Pasticceria Sartori.


ALLA SCOPERTA DELL'OLIO

L'olio è l'alimento che non manca mai sulla tavola degli italiani, soprattutto negli ultimi anni. Lo consumiamo cotto e crudo, nelle preparazioni dolci e salate. Sappiamo che esistono denominazioni controllate e selezioni di produzione, ma non sempre conosciamo le caratteristiche organolettiche e dietetiche di questo alimento.

Saranno nostri ospiti, lo chef Giuseppe Capano, consulente alimentare e organizzatore dell'OlioOfficinaFestival e un esperto di olivicoltura del frantoio Biosio della Valsassina.
Con loro approfondiremo l'analisi delle differenti tipologie di olio, parleremo delle tecniche di raccolta, spremitura e conservazione e del suo utilizzo in pentola e in tavola. Scopriremo come scegliere l'olio più adatto per ogni preparazione e come evitare di usarne quantità esagerate.

Lo chef Giuseppe Capano propone una cucina caratterizzata dall'uso di legumi, cereali e frutta. Ha collaborato con medici e nutrizionisti, ha scritto numerosi libri, sul tema dell'olio e non solo, collabora con la rivista Cucina naturale e il portale Cucinaesalute.com

Ingresso libero

Aperitivo al Crepuscolo

giovedì 19 maggio ore 19 in libreria
Aperitivo e reading al Crepuscolo
un bicchiere per brindare all'uscita del terzo volume
della Trilogia della Pianura di Kent Haruf.
Dopo Benedizione e Canto della Pianura esce per NNeditore "Crepuscolo"
ingresso libero


giovedì 5 maggio 2016

13 - Da Valfabbrica ad Assisi - 13 km - + 400 mt / - 400 mt

Sveglia tardi, la colazione in ostello è alle otto e sinceramente ci aspettavamo di più... partiamo galvanizzate dal cielo blu e dalla voglia di arrivare, manca davvero poco! 


Lasciamo Valfabbrica tra i campi e dopo poco iniziamo l'ultima (speriamo) vertical del cammino. Questa notte ha piovuto fortissimo e il sentiero in salita è tutta palta... scivolosissimo, è dura stare in piedi!  


Arrivati in cima si scorge il profilo della meta... 


... è la Basilica di San Francesco


Scendiamo scendiamo per poi risalire attraverso la selva di San Francesco... 


ed entrare nella città dalla porta di San Giacomo! 
Che Gioia! 









mercoledì 4 maggio 2016

12 - Da Gubbio a Valfabbrica - 36 km - + 900 mt /

Oggi ci aspetta la tappa più lunga de cammino! Sveglia ore 6.30 e partenza alle 7.30. Lasciamo la città di Gubbio che ancora dorme. 
Alla periferia incontriamo una chiesa stupenda, la Chiesa della Vittorina.



Preghiera per l'inizio di questa giornata, speriamo senza pioggia. Il cielo è sempre minaccioso. 


Usciamo dalla città passando fra molti campi di grano e sulla strada incontriamo Chiristine, pellegrina canadese. Anche lei è partita da Dovadola e siamo riuscite ad incontrarla poiché si è fermata una notte in più a Gubbio. È una ragazza di trentasette anni ed è partita per il suo primo cammino sola. Sembra proprio un bell'incontro! All'uscita da Gubbio troviamo prima un'azienda bio, entriamo sperando in un caffè o quanto meno un succo ma... niente! Peccato, il cartello all'ingresso sembrava un invito al pellegrino. 


Poco più avanti all'ingresso di un agriturismo troviamo un dipinto inaugurato il giorno prima... 


... ed un ciclista gentile che ci descrive il percorso della giornata e ci augura un buon cammino! 


La strada (stranamente!?!) inizia a salire, dopo poco arriviamo all'agriturismo di Vallingegno. Due casolari gestiti dalla ex compagna di Vittorio Malingri, velista di fama internazionale. Incontriamo altri due pellegrini tedeschi che decidono di fermarsi lì. Ripartiamo rinvigorite dopo un tè caldo e sempre von Christine, nostra compagna di cammino. Il cammino passa poi per la Madonna delle Grazie, graziosa cappella in una radura nel bosco. 


Ma quanta gente oggi sul cammino! Incontriamo altri quattro pellegrini tedeschi partiti da Firenze. 
Finalmente dopo 17 chilometri arriviamo all'Eremo di San Pietro in vigneto dove ci accoglie Stefano che sta sistemando il cartello d'ingresso "al naturale".


Dipinge con un ramoscello le lettere della storia dell'eremo.
Che luogo splendido...
che bell'incontro! 
Stefano ci accoglie calorosamente, racconta tutto la storia dell'eremo dal 1100 fino all'aprile scorso quando ha cominciato questa meravigliosa avventura. Ci racconta dell'eremita Basilio e di quanto l'eterno un tempo era azienda agricola. 


"Io sono uno e voi siete tanti e ricevo da voi molti sorrisi e insegnamenti"
Stefano è fantastico e dopo un caffè ci indica la corretta via per arrivare a Valfabbrica. E ci dice... arriverete per le 18.30.., così è stato! 
Il cammino è purtroppo interrotto a causa  di lavori ad una diga e dobbiamo fare una strada più lunga ma decisamente panoramica. 


Dopo un guado "assistito"...


... passiamo per il castello di Biscina... 


Mancano quasi tre chilometri e facciamo una pausa in un luogo rilassante e ameno, quasi dormiremmo qui.


Arriviamo tutte e quattro a destinazione all'ora prevista da Stefano, birretta al sole nel bar del paese (molto vivace) e poi all'ostello francescano! Ci sono molti pellegrini... tutti questi incontri l'ultimo giorno! Un gruppo di dieci donne danesi provenienti da Assisi è una decina di tedeschi! Cena ottima e abbondante...


















martedì 3 maggio 2016

11 - Da Pietralunga a Gubbio - 29,5 km - + 580 mt / - 580 mt


Sveglia verso le sette. È buio ancora perché diluvia e sembra novembre. 


Colazione con i nostri gentili ospiti e partiamo sotto il diluvia. Pochi passi e siamo bagnate fradice. I viottoli sterrati ai lati della strada sembrano torrenti minacciosi. Oggi asfalto per tutto il giorno! Due ore sotto il diluvio...


Arriviamo a Pietralunga, bel borgo arroccato sulla collina. 


Sosta al bar ovviamente frequentato da soli uomini e spesa all'alimentari Ortali!


Smette di piovere anche se le nuvole nel cielo sono sempre scure e minacciose. Il panorama è stupendo, colline verdissime e coltivate. Abbiamo saputo da Davide che i molti campi coltivati a fave o soia sono usati come fertilizzanti per la coltura del tabacco perché rilasciano azoto. 


Inizia la solita vertical per raggiungere la Pieve di San Benedetto. Chiusa ma bene tenuta e con una splendida rosa rampicante in facciata. 


E poi ancora colline, campi e uliveti e qualche vacca al pascolo. È pieno di alberi di fichi carichi di frutti purtroppo ancora maturi, chissà a ripassare fra un mesetto o poco più, che scorpacciata! Percorriamo la provinciale per Mocaina, in tre ore saranno passate a dire tanto cinque macchina. Breve sosta al bar del piccolo borgo e poi gli ultimi e interminabili otto chilometri fra i campi. 


Ultima sosta alla fonte di San Francesco e poi attraversiamo un po' stanche la periferia di Gubbio e decidiamo di andare a dormire dalle Suore Filippini nel corso principale della città! Ci accolgono in un bellissimo palazzo e con un gentilezza e simpatia. Si offrono per farci anche la lavatrice, che lusso! 
Dopo le docce giro in centro per la cittadina... senza parole, è incantevole! 







 
 


lunedì 2 maggio 2016

10 - Da Città di Castello a Pietralunga (Casa vacanze Il Pioppo) - 25,5 km - + 600 mt

La colazione dalle suore è più che frugale, il the è trasparente! In più è alle 6.45 prima delle Lodi.  Inoltre la suora si dimentica di aprirci il portone... per fortuna le lodi non sono ancora iniziate... nel complesso bella esperienza, la prima volta per tutte e tre di essere accolte da suore di clausura! 


Poi la Messa, un'altra chiesa, ma sempre monache di clausura. Sull'altare si apre una finestra dove stanno le sorelle con testa bassa cantano "dolcemente" e leggono le letture. E i fedeli? La chiesa è piccola ma piena, altre suore e molti tipi strani...
Fortunatamente non piove. Lasciamo la città percorrendo la via del Corso, ieri gremita e oggi, domenica primo maggio, deserta!
Iniziamo subito a salire verso un maneggio e incontriamo un signore (unica persona in tutta la giornata) a "caccia" di lumache! 


Dopo il maneggio iniziano le comiche! Il sentiero è molto, troppo paltoso. Camminiamo come tre oche e alziamo enormi zavorre di fango. E inoltre... si scivola! Per circa un chilometro procediamo così...


... poi inizia una vertical! L'ennesima! Ci sembra sempre che sia impossibile trovarne una più ripida eppure questa è proprio una salita tosta! È molto bello il paesaggio, boschi e ancora boschi. Qualche vigneto nei campi e poi ancora boschi. 

Sequenze di colline a perdita d'occhio. I verdi più diversi, dallo scuro degli abeti ai verdi argentati degli ulivi e il colore brillante dell'erba. 



Incontriamo qualche rudere e piccoli borghi abbandonati. 


Ci racconterà poi Davide che fino agli anni sessanta tutta la zona era abitata.
Addirittura c'era scuole e seggi elettorali. I ruderi erano mezzadri, la gente coltivava di tutto: grano e sopratutto tabacco. 
Come Pieve dei Saddi... 


Poi tutti sono scappati in città... le terre si sono inselvatichite. Il demanio ne ha acquistate gran parte e ha avviato opere di rimboschimento del tutto assurde, come le conifere a 600 m di altezza. Solo qualcuno a ripreso la terra, come l'allenamento di pecore che incontriamo lungo il cammino. 


Arriviamo con un grande sole all'agriturismo Il pioppo. 


Ci accoglie Davide, che nel 95 ha usufruito di un contributo della regione a fondo perso e ha ristrutturato il casolare di famiglia dove ora con grande simpatia accoglie pellegrini e ospita famiglie per le vacanze estive. Davide e sua moglie Lilli sono accoglienti e gentili. La casa è stupenda con un grande camino acceso, lenzuola ed asciugamani! 
Nell'attesa della cena giochiamo e carte e fuori si scatena un forte temporale!