venerdì 13 novembre 2009

Il libro della settimana /39: Il peso della farfalla


Anche per l'uomo il tempo della caccia era da smettere. In natura non esiste la tristezza, l'uomo scacciava la sua col pensiero che il re dei camosci stava anche lui morendo da qualche parte senza un fiato di tristezza, con la fierezza intatta. L'uomo cercava di essere capace. Sarebbe morto anche lui di fame e di freddo un inverno senza riuscire ad accendersi il fuoco. Era una buona fine per i solitari, una fine da candela.


La lotta di una vita tra il cacciatore e il re dei camosci è lo scontro tra due solitari che hanno abbandonato i loro simili per scelta. E che, forse, si assomigliano più di quanto sia lecito pensare.
Erri De Luca ci accompagna sulle pendici alpine con la densa leggerezza della sua scrittura, che è poesia allo stato puro. Come il volo della farfalla che segue i suoi protagonisti.

A coronare la splendida pubblicazione un brevissimo testo, Visita a un albero, un tributo alla natura e alla sua forza eroica.

Il peso della farfalla di Erri De Luca (Feltrinelli, euro 7,50)

2 commenti:

savohead ha detto...

grazie mille

Giorgio Martini ha detto...

attendo un commento!